In Europa sono più di cento milioni, di cui sei e mezzo in Italia. Sono i volontari, giovani (in crescita) e persone di mezza età il nocciolo duro, che si impegnano per il bene altrui in associazioni e da soli. La loro casa, il punto di ritrovo per organizzare il futuro e mettere a fuoco le nuove priorità sarà dal 7 al 9 febbraio Padova, eletta  città europea del volontariato con un obiettivo dichiarato già nel titolo che cita il discorso di fine del presidente Mattarella: “Ricuciamo insieme l’Italia" .

Una “grande opportunità” per “ricucire insieme l’Italia” col filo dell’impegno, della fantasia e della passione dei volontari. È questa la sfida che la città di Padova lancia al mondo della solidarietà italiana con l’inaugurazione ufficiale dell’anno che la vedrà Capitale europea del volontariato.

Dopo Barcellona, Lisbona, Londra, Sligo (Irlanda), Aarhus (Danimarca) e Kosice (Slovacchia), per la prima volta è una città italiana a raccogliere il testimone.

I prossimi 7, 8 e 9 febbraio, vedranno un programma nel quale il mondo del volontariato si confronta con la sua storia, con il significato di solidarietà e con tematiche d’attualità.

Cittadine e cittadini, scuole e università, associazioni e terzo settore, imprese e sindacati, istituzioni pubbliche e categorie economiche. Tutti insieme per essere attori di cambiamento.

In un crescendo di storie, immagini e musica, verrà sottolineato il lungo cammino dell’Impegno civile in Italia, punto di partenza per le sfide dei prossimi anni.

Saranno ricordati i testimoni significativi di questa storia, ma anche i volti e le esperienze di chi quotidianamente compie preziose azioni di “ordinario volontariato”. Uomini e donne di oggi ci accompagneranno nell’immaginare il futuro delle comunità che, insieme, vogliamo costruire.

Non un convegno, più di un talk show: l’evento vuole essere una sorta di ideale “trampolino di lancio” affinché tutti ci sentiamo protagonisti del cambiamento di cui siamo chiamati ad essere parte.

Conducono la mattinata l’attrice Lella Costa e Riccardo Bonacina, fondatore di Vita non profit.

Testimonianze di volontarie e volontari d’Italia.

2 febbraio nel pomeriggio, per conoscersi, ricaricarsi! Abbiamo ripreso il nostro cammino nel tempo ordinario, dove il Signore ci precede e ci accompagna in una quotidianità resa straordinaria dalla sua presenza e dal suo passaggio. N el Vangelo incontriamo subito due coppie di fratelli che sono avvicinati e chiamati da Gesù proprio mentre stanno svolgendo il loro lavoro quotidiano di riordinare e lavare le reti dopo una notte di lavoro sul lago di Tiberiade.

Il “solito” lavoro in un giorno qualsiasi: eppure quel giorno Gesù è passato di lì e ha dato nuovo senso a quella giornata, a quella chiamata, al loro essere pescatori. 

Roma 28 dicembre - 2 gennaio: i giorni che precedono la fine dell'anno, a servizio degli ospiti della Mensa Caritas di Stazione Termini. Animazione del veglione con gli ospiti dell'Ostello Caritas "Don Luigi Di Liegro". Si tratta di un'esperienza di prossimità con chi non ha attorno a sè una rete di affetti, relazioni, sostegni.

ON THE ROAD - PELLEGRINI...AMO. Ecco tutte le iniziative per i giovani SGAT 2019-2020 a Milano